Flusso di coscienza - Flusso di coscienza

Flusso di coscienza di Tito Faraci

RSS Feed

Scrittore a Cuneo

Immagine 28


Scrittorincittà è un festival di letteratura (e non solo), che si svolge a Cuneo e di cui tutti mi parlano un gran bene. Quest'anno sono fra gli ospiti, con piacere e soddisfazione. Questi gli appuntamenti che mi riguardano, nei quali sarò anche affiancato da amici e colleghi stimati (copio e incollo dal programma)…

 

venerdì 18 novembre, ore 9:00 

 POETICA DEL FUMETTO

Il primo che dice che il fumetto non è letteratura verrà cacciato. Certo, è vero, ci sono anche i disegni, quindi il primo che dice che il fumetto non è arte verrà cacciato pure lui. Sì, ma c’è pure il progetto, l’impaginazione, la scelta del formato e del tipo di carta, la copertina, i colori o il bianco e nero, la scelta di chi scrive e chi disegna… allora il primo che dice che il fumetto non è nel cuore dell’editoria verrà cacciato. Quelli che restano si godranno l’incontro. Con Makkox (Se muori siamo pariPost coitum. Satire di un tardo impero, eLadolescenza, tutti Bao Publishing 2011; Le divisioni imperfette, Coniglio Editore 2009), Tito Faraci (sceneggiatore, tra gli altri, di DiabolikTopolinoTexDylan Dog; Oltre la soglia, Piemme 2011), Paola Barbato (sceneggiatrice di Dylan DogIl filo rosso, Rizzoli 2010). Modera l’incontro Andrea Valente. 

 

venerdì 18 novembre, ore 11:00

PAROLE, PAROLE, PAROLE

Cosa c’entra Topolino con Dylan Dog? Forse che Groucho ha una tresca con Minnie?! E l’Uomo Ragno, allora, non vorremmo mica dimenticarlo, altrimenti arriva Tex e mette tutti in riga. Come si scrive il testo per un libro senza parole, per lasciare il lettore senza parole? E come si fa a far capire a chi disegna cosa disegnare accanto alle tue parole? E perché mai un fumettista dovrebbe mettersi a scrivere un libro in piena regola? Anzi, più di uno… E già che c’è, non è che ci parla del suo ultimo libro (Oltre la soglia, Piemme 2011), soprattutto se è un po’ fantasy, un po’ fantascientifico e un po’ fantanonsocosa? A tante domande, forse l’autore più poliedrico del west, Tito Faraci riuscirà a dare qualche risposta.

 

sabato 19 novembre, ore 18.00 

DI SEGNI E DI SOGNI

Il futuro non va solo pensato ma può essere anche visto e previsto. E chi meglio di uno sceneggiatore di fumetti può immaginare e prevedere il futuro? Un workshop per guardare il presente con gli occhi del futuro, vederne le risorse e i possibili cambiamenti, a cercare spiragli, nuove idee, prospettive inedite, lasciare la mente libera di immaginare, improvvisare, riempire quel che manca con la fantasia. Segni (grafici) che preludono a sogni, un viaggio nelle immagini condotti da Tito Faraci (sceneggiatore, tra gli altri, di Diabolik,TopolinoTexDylan Dog; Oltre la soglia, Piemme 2011), autore di fumetti e creatore di personaggi tra i più affermati in Italia: la libertà della fantasia al servizio di una storia da raccontare e da vedere con la mente, le parole del futuro ispirano i racconti di oggi. I risultati del laboratorio diventeranno un breve videoclip animato. Con lui Andrea Valente.

Appuntamento realizzato in collaborazione con TrattoPEN.