Flusso di coscienza - Flusso di coscienza

Flusso di coscienza di Tito Faraci

RSS Feed

Lucca ’11

 

Immagine 25


Una folla enorme, colossale. Assieme esaltante e opprimente. Oltre 50.000 visitatori nella sola giornata di sabato. Dato da verificare, ma più che plausibile: nell'arco dei cinque giorni sono stati 150.000. Un evento che, se il fumetto non fosse il fumetto, avrebbe dovuto occupare un grande spazio nei cosiddetti organi d'informazione. E invece.

A ogni modo, malgrado la suddetta folla, ci si muoveva. Non c'è stata la paralisi di altri anni. Nei padiglioni bisognava soltanto sgomitare un po'. Per dire, la fila ai bagni era quasi nulla. Certamente, in tutto questo il bel tempo è stato d'aiuto. Però una lode all'organizzazione: quando ci vuole, ci vuole.

Ho partecipato a tanti – ma davvero tanti quest'anno –  incontri, showcase e conferenze. Quasi sempre assai affollati. Per esempio, quando tutti gli sceneggiatori di Tex (e alcuni disegnatori) si sono ritrovati insieme e… be', devo dire, durante presentazione di Oltre la soglia. Ma anche agli appuntamenti meno gremiti c'era sempre abbastanza gente. Un segno positivo, per un evento che non dovrebbe ridursi a una compravendita di fumetti (per quanto…).

Forse la Lucca più faticosa di sempre, per me. Ho indossato i panni dello sceneggiatore, ovviamente, ma anche quelli del romanziere e dell'editore, nonché standista. Trovando persino il tempo di stare con amici di sempre che, purtroppo, non vedo quasi mai. A proposito, i momenti più intensi, toccanti, sono stati durante la tradizionale "cena Bonelli". Ma è una cosa, quest'ultima, che non riuscirei bene a descrivervi. E che forse, però, potete almeno in parte immaginare da soli.

 

 

 

Commenti

una bellissima lucca davvero! e complimenti per gli showcase e le presentazioni (bella quella del libro)!