Flusso di coscienza - Flusso di coscienza

Flusso di coscienza di Tito Faraci

RSS Feed

Il Ragno ritrovato!

6a00d8341c684553ef012876aa283b970c-320pi
 

Mi ero illuso che si trattasse di un equivoco, di un malinteso… e così è stato. La bolla di sapone è scoppiata.

Giorgio Cavazzano mi ha chiamato per raccontarmi che le tavole del Segreto del vetro sono state RI-TRO-VA-TE!

Erano scivolale nel posto più impensabile, dove avrebbero anche potuto restare in eterno. Ma stavolta c'è stato un colpo di fortuna.

Meglio così. Un milione di volte meglio.


.

PS: diffondete la notizia…

Commenti

Sei su afNews, Tito: http://www.afnews.info/wordpress/2010/07/giorgio-cavazzano-le-tavole-ritrovate/ E grazie della bella notizia! ;-)
EVVIVA! (e al diavolo la netiquette!)
Ottimo!
Allora siete dei fessi!!! ;)
ottima notizia davvero! adesso però la curiosità del "dove" esattamente si siano andate ad infilare restando nascoste per così tanto tempo mi potrebbe quasi "uccidere" ;)
Ero così felice che non ho nemmeno capito i dettagli. A quanto pare, erano "scivolate" in un angolo dello studio abbastanza assurdo e inaccessibile. E pensare che Giorgio aveva buttato all'aria tutto due volte...
insomma era il solito trucco per far salire il prezzo, dai :)
Beh cosa dire!! passo sul tuo blog di tanto in tanto...ed oggi....ottima notizia!!
Meglio così, sono contento: soprattutto per essere stato smontato il teorema che qualche falso fan avesse approfittato della buona fede del maestro Cavazzano per portarsi a casa (rubare!) qualche "ricordino"....sarebbe stato davvero un peccato per Giorgio perdere la fiducia nei fan che vengono a fargli visita!
Tanto rumore per nulla, quindi...
mmm... se non fosse successo così al nord, penserei all'opera del "munaciello" napoletano. Sono contento che il tutto si sia risolto così.
Non ho mai sentito nessuno più felice di Giorgio di essersi sbagliato. Da parte mia, mi scuso con chiunque si sia sentito anche solo lontanissimamente sospettato (anche perché non ho mai sospettato di nessuno in particolare, questo posso giurarvelo). Del resto, dalla rabbia del primo momento per subito passato a una sensazione di incredulità che, in un certo senso, ora è stata confermata.
Allora dissi: prima o poi salteranno fuori. Visto?
Scusa, Tito, non dire dov'erano finite. Indici un concorso e chi vince si becca una tavola!